Trattamenti

L' attuale obiettivo del trattamento della psoriasi è quello di ottenere un controllo totale della malattia perseguendo lo sbiancamento completo delle lesioni per periodi di tempo sempre più lunghi.

La scelta del trattamento dipende dal grado di gravità della malattia e da come essa influisce sulla qualità della vita di ogni paziente. Queste due condizioni non sempre vanno di pari passo, poiché la psoriasi molto localizzata potrebbe influire molto sulla qualità della vita di un individuo, a seconda della sua posizione o della personalità del paziente, e al contrario, una psoriasi molto estesa potrebbe essere meglio supportata da pazienti molto tolleranti.

I trattamenti topici, sistemici, fototerapici e biologici sono le quattro varianti di trattamento attualmente disponibili. Queste possono essere utilizzate da sole o in combinazione, somministrate alternativamente o in sequenza. Potete scegliere di iniziare il trattamento con un farmaco sistemico o biologico e mantenere il controllo con fototerapia e/o trattamenti topici.

I trattamenti applicati direttamente sulla pelle sono stati forse i primi ad essere utilizzati nel trattamento della psoriasi. La terapia topica è ancora oggi molto utile, soprattutto in forme lievi e moderate come complemento alla psoriasi grave. Le formule master tradizionalmente utilizzate in Dermatologia continuano ad essere la pietra angolare del trattamento topico, poiché il loro basso costo le rende accessibili a pazienti provenienti da paesi come il nostro.

Per il suo effetto riducente si utilizza catrame di carbone, da solo o in combinazione con acido salicilico dal 3 al 5%. Quest' ultimo aggiunge alla formula un effetto "anti-scala". Il veicolo più comunemente usato è il petrolato puro o "gelatina di petrolio", dato che il suo basso peso molecolare ne facilita una migliore tolleranza. L' antralina viene utilizzata per periodi di alcuni minuti per lesioni recalcitranti. I trattamenti sopra descritti hanno lo svantaggio di causare fotoirritazione, penetrare odore e la tendenza a macchiare gli indumenti. Calcipotriolo, tacalcitolo e calcitriolo sono analoghi alla vitamina D, con diversi gradi di efficacia che hanno il vantaggio di essere esteticamente accettabili; sono anche ben tollerati, ma possono essere costosi in psoriasi estensiva.  Tazarotene, un derivato topico della vitamina A che è apparso di recente, si trova anche nella stessa carta. Pimecrolimus è utile nella psoriasi che colpisce le pieghe. Un altro analogico del precedente, il tacrolimus topico, attende la prova del tempo. Gli steroidi topici continuano ad essere ampiamente utilizzati anche se Farber negli Stati Uniti e Latapi in Messico hanno concordato che la psoriasi era un "martire della terapia steroide. La maggior parte dei pazienti con complicanze hanno una storia di aver ricevuto corticosteroidi topici per lunghi periodi di tempo.

I trattamenti sistemici in psoriasi sono utilizzati per il loro effetto immunosoppressivo, immunomodulatorio o antiproliferativo e, sebbene una grande varietà di farmaci siano stati utilizzati per via sistemica, tre sono i farmaci più utilizzati: metotrexato, ciclosporina e acitretina. Methotrexate è stato utilizzato con successo nella psoriasi e nell' artrite psoriasica fin dagli anni Settanta.  Ha l' enorme vantaggio di avere un costo molto basso rispetto ad altri trattamenti, tuttavia può causare stomatite e fibrosi polmonare, ma soprattutto ha lo svantaggio di essere epatotossico. Questa circostanza sembra essere dose-dipendente, quindi è consigliato solo per l' uso in pazienti senza anamnesi di epatopatia o alcolismo. Viene somministrato in dosi orali settimanali di 7,5 a 30 mg, cercando di non superare la dose cumulativa di 1,5 grammi.

La condizione di psoriasi-linfocito T dipendente dalla psoriasi è stata compresa dall' uso di ciclosporina. Fornisce una delle risposte più rapide e drammatiche al controllo della malattia. Il suo costo lo rende inaccessibile per il trattamento di manutenzione per lunghi periodi di tempo ed è controindicato nei pazienti con ipertensione arteriosa e nefropatia.  Viene utilizzato in dosi orali giornaliere di 2,5-5,0 mg/kg.

Quando la psoriasi è stata collocata all' interno dei disturbi di cheratinizzazione, risultati adeguati con retinoidi orali erano attesi. L' acitretina è una buona opzione di trattamento sistemico. Il costo intermedio dovrebbe essere indicato per i pazienti che non hanno disturbi del metabolismo epatico o lipidico.

La fototerapia è l' uso di energia della luce ultravioletta luce nel trattamento delle malattie cutanee principalmente. Ha il suo precedente più antico precedente in elioterapia, in cui la luce del sole è stato utilizzato come trattamento. E' noto che la psoriasi è più frequente a latitudini con meno sole. All' inizio del XX secolo, Goeckerman utilizzava la luce ultravioletta con catrame di carbone topico con buoni risultati nel metodo che porta il suo nome; Ingram ha fatto lo stesso con l' uso della fototerapia e con l' uso della luce.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *